SALVE

SALVE e BENVENUTI!

"Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè è lì che vorrete tornare" Leonardo


Mandate una mail a attilio.romita@gmail.com se desiderate essere sempre aggiornati sulle novità! @AAROMITA


mercoledì 14 gennaio 2015

I nuovi progetti AGID ...riflessioni operative.



Nel corso della riunione del 19 dicembre 2014, indetta da AGID per il rilancio della “Coalizione Italiana per le competenze digitali” (Piano azione) è stato riaffermato l’indirizzo strategico che questo rilancio intende perseguire e cioè  “Con questa nuova strategia si è voluto dare il segnale che è necessario e possibile accelerare lo sviluppo e la crescita attraverso una maggiore digitalizzazione della società e dell’economia italiana, attraverso una visione unitaria di medio periodo, insieme alla capacità di programmazione e a seri investimenti di risorse pubbliche e private” .

Per dare attuazione a questa strategia tutte le componenti della società attiva, presenti e no, alla riunione sono state invitate a raccogliere le idee ed a presentare progetti indirizzati ad una reale innovazione.
Questa nota vuole essere un supporto operativo per il disegno di linee guida alla redazione dei progetti da presentare per la erogazione di sponsorizzazioni non solo finanziarie.
Ritengo che una omogeneità nella costruzione delle proposte è utile, e forse anche necessaria, per la comprensione del valore e la trasparenza dei progetti.
Nel seguito il suggerimento per la descrizione di un progetto tipo.

Il progetto tipo.

Descrizione

Titolo: 2-4 parole e possibilmente un acronimo
Si consiglia una frase iniziale del tipo:
“Oggetto del progetto è ( verbo del tipo: favorire, risolvere) (la diffusione di …, l’incremento di …, il miglioramento  di ….) migliorando la capacità di (realizzare, costruire, creare) realizzando la costruzione di (un modello innovativo, di strumento di governance, di una nuova metodica) che usa finanziamenti/investimenti (pubblici, privati, misti).”,
cui segue una descrizione di massima (circa 2000 car. corpo10) che specifica meglio la frase iniziale..
Partneriato.
Partner identificati e dettaglio delle caratteristiche di altri partner necessari o possibili.
E’ importante per ciascun partner o prospect che sia indicata la capacità: finanziaria, tecnica, scientifica e la quota di partecipazione.

Analisi SWOT.

Questa sezione della proposta permette di qualificare un progetto in funzione delle sue caratteristiche intrinseche ed in relazione con il mondo esterno.
L’analisi si basa sulla tecnica SWOT dalle parole inglesi: “Strengths" (Punti di Forza), "Weaknesses" (Punti di Debolezza), "Opportunities" (Opportunità) e "Threats" (Minacce).
In dettaglio ciascuno dei quattro titoli deve contenere le seguenti informazioni:
Ø  “Strengths" (Punti di Forza):caratteristiche intrinseche del progetto utili per il conseguimento del progetto
Ø "Weaknesses" (Punti di Debolezza): caratteristiche del progetto che potrebbero ostacolare il conseguimento del progetto.
Ø "Opportunities" (Opportunità): elementi esterni che possono favorire il progetto
Ø  "Threats" (Minacce): elementi esterni che possono ostacolare il progetto.
Maggiori dettagli e guide per la compilazioni sono reperibili nella letteratura tecnica anche in rete.

Analisi SMART

Questa sezione della proposta è importante in quanto permette di qualificare un progetto in funzione dei suoi obbiettivi e della possibilità reali di raggiungerli.
Gli obbiettivi sono descritti secondo il noto acronimo SMART:
Ø  S, Specifici cioè esattamente indicati e definiti
Ø  M, Misurabili cioè con i parametri definiti per valutarli.
Ø  A, Accettabili cioè validi per una larga tipologia di destinatari
Ø R, Realistici cioè con reali possibilità di successo in funzione di risorse e risultati.
Ø  T, Tempificabili, cioè con una tempificazione realistica e ben definite.
Gli strumenti di Project Management possono essere di supporto per la miglior documentazione dei metodi per il raggiungimento degli obbiettivi.

Budget e finanza

Dall’analisi SMART sono derivabili i valori temporali ed economici che caratterizzano il progetto e quindi è possibile definire esattamente le necessità finanziarie e le possibilità di copertura da parte dei partner e  la necessità di finanziamenti sia totali sia schedulate nel tempo secondo dettagliati schemi di budget.
Dalle analisi SMART e SWOT è possibile determinare il valore che il progetto può produrre nel tempo e soprattutto il break-point, cioè l’importante dimensione di un progetto con un reale valore economico.
Chiaramente in queste valutazioni possono essere presi in considerazione anche fattori ideali e/o politici che potrebbero aggiungere valori positivi al progetto.

Conclusioni.

E’ forte la necessità di innovazione sia nella PA che in molte strutture, procedure, strumenti di gestione dei processi pubblici e privati.
Per dare una risposta a queste necessità devono essere messi a punto e portati a termine una certa quantità di progetti.

Le modalità suggerite da questa nota vanno nella direzione di omogeneizzare al meglio sia le proposte di progetto che l’esecuzione positiva degli stessi.