SALVE

SALVE e BENVENUTI!

"Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè è lì che vorrete tornare" Leonardo


Mandate una mail a attilio.romita@gmail.com se desiderate essere sempre aggiornati sulle novità! @AAROMITA


venerdì 8 febbraio 2013

OPEN DATA – Leggi, Decreti ed Antitesi ….riflessioni ignoranti.


Una discussione giuridica in vista dell'OPEN DATA DAY di Roma del 23-02-2013 mi ha spinto a scrivere la nota che segue. Non è sicuramente esaustiva, forse ha qualche errore, ma vi invito a leggerla ed a distruggerla, se del caso.........

Partiamo della enunciazione di alcuni disposti di legge:

Legge 7 agosto 1990, n. 241

(….omissis)
Art. 24. (Esclusione dal diritto di accesso)
1. Il diritto di accesso è escluso:
  (….omissis)
3. Non sono ammissibili istanze di accesso preordinate ad un controllo
generalizzato dell’operato delle pubbliche amministrazioni.
(….omissis)

 Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150

Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della
produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche
amministrazioni.
(..omissis)
Art. 11 Trasparenza
(..omissis)
c) l'ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati e l'ammontare
dei premi effettivamente distribuiti;
d) l'analisi dei dati relativi al grado di differenziazione nell'utilizzo della premialità sia per i
dirigenti sia per i dipendenti;
e) i nominativi ed i curricula dei componenti degli Organismi indipendenti di valutazione e
del Responsabile delle funzioni di misurazione della performance di cui all'articolo 14;
f) i curricula dei dirigenti e dei titolari di posizioni organizzative, redatti in conformità al
vigente modello europeo;
g) le retribuzioni dei dirigenti, con specifica evidenza sulle componenti variabili della
retribuzione e delle componenti legate alla valutazione di risultato;
h) i curricula e le retribuzioni di coloro che rivestono incarichi di indirizzo politico
amministrativo; i) gli incarichi, retribuiti e non retribuiti, conferiti ai dipendenti pubblici e
a soggetti privati.

NOTA I dati elencati nell’art. 11 del DL. 150 del 2009 sono in contrasto con l’art. 3 della Legge 7 agosto 1990, n. 241
CHI VINCE?PERO IL CITTADINO HA INTERESSE AD ESSERE INFORMATO A SAPERE SE E’ AMMINISTRATO CORRETTAMENTE E GLI ULTIMI ECCESSI DI SPESA “PERSONALE” SONO ESEMPLARI.

(….ibidem)
(..omissis)
Art. 24. (Esclusione dal diritto di accesso)
• 7. Deve comunque essere garantito ai richiedenti l’accesso ai documenti amministrativi la cui
conoscenza sia necessaria per curare o per difendere i propri interessi giuridici.
(…omissis)

POI


Art. 3 d.lgs. 36/2006
1. Sono esclusi dall'applicazione del presente decreto i seguenti documenti:
a) quelli detenuti per finalità che esulano dall'ambito dei compiti istituzionali della pubblica
amministrazione o dell'organismo di diritto pubblico;
(..omissis)

In questo articolo si può far ricadere quasi tutto.
Ma continuiamo con le antitesi:

Art. 19 d.lgs 196/2003
(omissis)
• 3. La comunicazione da parte di un soggetto pubblico a privati o a enti pubblici economici e la diffusione da parte di un soggetto pubblico sono ammesse unicamente quando sono previste da una norma di legge o di regolamento

Ma poi il CAD 2005 ………

(omissis)
Art. 52 CAD
Accesso telematico e riutilizzazione dei dati e documenti delle
pubbliche amministrazioni
(omissis)
1-bis. Le pubbliche amministrazioni, al fine di valorizzare e rendere fruibili i dati pubblici di cui sono titolari, promuovono progetti di elaborazione e di diffusione degli stessi anche attraverso l'uso di strumenti di finanza di progetto, assicurando:
(omissis)

NOTA FINALE (Attilio A. Romita).

 Premetto che non sono Avvocato o Giurista o, in qualsiasi modo, esperto di legge e le considerazioni che seguono sono dettate dal “mio” buonsenso.
Io penso che la lunga, ed esatta, elencazione di leggi e regole sia completa, esatta e…come ho sentito dire da avvocati anche esperti “interpretabile”.
Ho estratto solo qualche articolo dalle molte leggi in materia e mi sembra che “la interpretabilità sia massima”

Premesso

che qualsiasi Enciclopedia Legale mettiamo in piedi per definire  regole e limiti lascerà sempre scoperte delle “interpretazioni sottili” e questo sarebbe la morte degli OD.
che il concetto di dato sensibile mi sembra non così definito, tanto che ho sentito un avvocato, e nemmeno l’ultimo arrivato, che, per es. i riferimenti bancari non sono sensibili.

Quale è la soluzione?

Io penso il buon senso del buon padre di famiglia e la possibilità che la giurisdizione faccia qualche chiarezza…. Tanto ci sarà sempre qualcuno che citerà il principio di cautela e condannerà chi non è capace di prevedere i terremoti.
Io penso che la guerra degli Open Data sia una guerra di civiltà, ma come accade sempre ci sarà qualche morto e qualche battaglia si perderà.
La storia del mondo non è fatta di precauzioni attendiste (ricordate Il Deserto dei Tartari e la fine della Fortezza Bastian).

propongo

Cerchiamo di ottenere che Open data siano pubblicati ope legis e puniamo chi “inguatta” i dati anche per semplice paura di “andarci di mezzo”.
Tra l’altro con questa strategia  qualche Avvocato sarà messo in grado di “presentar parcella”, …..ma, il mondo andrà avanti.

Firmato;
Attilio A. Romita
Un illuso che crede ancora negli uomini e nelle donne!