SALVE

SALVE e BENVENUTI!

"Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè è lì che vorrete tornare" Leonardo


Mandate una mail a attilio.romita@gmail.com se desiderate essere sempre aggiornati sulle novità! @AAROMITA


lunedì 13 maggio 2013

Sinistra e Destra: Storia, pensieri e cambiamenti - Dialoghi del Pianerottolo tra Giorgio Zoli ed Attilio A. Romita.

Questo nuovo Colloquio del Pianerottolo con il mio amico Giorgio Zoli e me, nasce in un momento nel quale per esigenze pratiche è stato formato un Governo (anche detto ad imitazione dei tedeschi: Grosse Coalition) formato da partiti che tradizionalmente siedono in Parlamento a Destra ed a Sinistra del Presidente
Il dialogo narra inizialmente le origini storiche di questa denominazioni, passa poi ad esaminare le idee che originariamente informavano la Destra e la Sinistra e quindi prova a descrivere come queste idee sono cambiate nel corso del tempo e soprattutto nel corso degli ultimi 50 anni.

Come per gli altri dialoghi, quest’ultimo non vuole essere una analisi storiografica e filosofica perfetta. È solo una descrizione, talvolta sommaria, che può contenere delle imprecisioni che possono anche derivare dalla visione storica che ciascuno di noi ha. Per forza di cose, è legata alle esperienze di vita maturate nel corso dei molti lustri che ci pesano sulle spalle e dei quali faremmo volentieri a meno.
-------------------------
GZ       Si. Una simile disposizione era anche presente in Gran Bretagna dove i Consevatori (Tories) sedevano a Destra ed i Liberali (Whigs) sedevano a sinistra.  
Questo schema si è poi riprodotto in tutto il mondo e le parole Destra e Sinistra sono diventate espressioni riassuntive, quasi etichette, di tutta una serie di concezioni su cui basare lo sviluppo della Società civile. In modo abbastanza semplicistico si potrebbe dire che la DESTRA comprende i Conservatori che fondano la propria cultura su norme e strutture consolidate, mentre la SINISTRA è l’espressione di idee progressiste ed innovative.

GZ       Non è facile sintetizzare orientamenti politici ed economici che per forza di cose sono figli della propria epoca: forse idee di Sinistra all’epoca della Rivoluzione Francese, oggi sarebbero giudicate di Destra.         
Per comodità di trattazione proverò ad elencare alcuni concetti di Destra e Sinistra quantomeno attualizzandoli all’epoca odierna.

GZ       Dal punto di vista puramente politico si vorrebbe una Repubblica Presidenziale con un Governo che possa essere messo in grado di governare realmente non dovendo contare unicamente su risicate maggioranze potendo magari godere dei cosiddetti premi di maggioranza. Per evitare dispersioni di voti potrebbe essere previsto un elevato sbarramento elettorale per aver diritto all’elezione di rappresentanti.    
Dal punto di vista economico le idee di base sono una maggiore attenzione all’interesse dell’individuo ed anche un certo egoismo economico che si traducono in un massimo liberismo, temperato solo in particolari casi da minimi interventi pubblici ed . Per una migliore libertà di utilizzo delle risorse economiche si vorrebbero limitati interventi sul patrimonio che dovrebbe essere visto come incentivo per nuove imprese e non come ricchezza inutilizzata che deve diventare attraverso il fisco un bene comune.  La parte più estremista della Destra vorrebbe anche una limitazione del potere dei sindacati e delle organizzazioni sociali oltre che un maggior controllo delle immigrazioni soprattutto clandestine..

GZ       Politicamente l’idea base è di una Repubblica Parlamentare con rappresentanza bicamerale eletta con sistema proporzionale a doppio turno e sbarramento minimo. Il potere giudiziario delegato completamente alla Magistratura che deve rispondere solo alla Legge. Le leggi sono proposte dal Parlamento anche con elevato ricorso al Referendum popolare che può essere anche di tipo propositivo e non solo abrogativo. La Corte Costituzionale dovrebbe essere l’unico organo che può decidere sull’ammissibilità di un referendum o sulla validità delle leggi in relazione al dettato costituzionale.   
E’ prevedibile anche un sostanziale intervento dello Stato, attraverso i suoi organi tecnici, nell’economia, nella finanza ed anche in settori produttivi che sono di preminente interesse pubblico o sociale.      
Dal punto di vista economico la Sinistra pone una maggior attenzione all’interesse della collettività ed alla solidarietà in generale.        
Dovrebbe essere aumentato il potere, anche decisionale, della Corte dei Conti quale organo cui è delegato il controllo della corretta amministrazione di tutte le entità che funzionano sulla base di finanziamenti pubblici.