SALVE

SALVE e BENVENUTI!

"Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè è lì che vorrete tornare" Leonardo


Mandate una mail a attilio.romita@gmail.com se desiderate essere sempre aggiornati sulle novità! @AAROMITA


domenica 7 giugno 2015

...in una notte d'inverno di Teresa Galletti Ranaglia

Dopo qualche mese di assenza torna tra noi Teresa Galletti Ranaglia con due riflessioni poetiche sul valore della volontà e sul senso della vita che deve essere sempre affrontata positivamente. 




“Voglio”. 


La solitudine è un abisso
senza fondo,
è un mare sempre piatto
nero insidioso e ostile.

E' una selva grigiastra
di pensieri dolenti;
è una spirale lenta
costante perversa
di nostalgie.

Voglio sfuggire all'abisso
senza vita
voglio lasciare la selva
insidiosa e graffiante
senza preda.


Voglio vedere la spirale
inquietante della noia
avvolta su se stessa.

Voglio, si voglio
sentire ogni giorno
palpitare la vita.

Non mi farò sfuggire
le carezze del vento
il calore del sole
la dolcezza di un dono.

Io mi sfido a trovare
ogni giorno il perché  
di un sorriso.



“INSONNIA”.

Attraverso il vetro della mia finestra esploro la piazza sottostante; incombe una
profonda oscura notte senza stelle.
Una barriera di rami e foglie del giardinetto sottostante imprigiona la luce dei lampioni e si diffonde la, in basso, un chiarore statico ed inerte. Il silenzio è completo, la città dorme.
Le case illusorie fortezze difendono emozioni e sogni, forse misteri e inganni.
La gente addormentata e inerte ha lasciato le sue paure, tutto è sospeso, niente è più presente, non c'è domani!
Per caso arriva da lontano il canto solitario e osceno di un viandante; la sua voce roca s'insinua nelle strade e muore lentamente insieme al rumore dei passi sull'asfalto.
Penso alla città che dorme, penso ai tanti segreti che nasconde, all'universo che vive oltre il vetro della mia finestra.Il mio pensiero viaggia e si perde nella complessità del mondo , dello spazio della città e del tempo inesorabile e duplice...sento che la mia vita i miei pensieri  sono una minima cosa.