SALVE

SALVE e BENVENUTI!

"Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè è lì che vorrete tornare" Leonardo


Mandate una mail a attilio.romita@gmail.com se desiderate essere sempre aggiornati sulle novità! @AAROMITA


mercoledì 21 novembre 2018

al teatro Quirino “6 personaggi in cerca d’autore” di L. Pirandello con Michele Placido


di Attilio A. Romita                                                          21 novembre 2018

Da “Il Messagero” rubrica “Accade oggi”: “9 maggio 1921 Contestata prima al Teatro Valle di Roma per la prima volta del dramma "Sei personaggi in cerca d'autore" di Luigi Pirandello.
Ma in quell'occasione ebbe un esito tempestoso, perché molti spettatori contestarono la rappresentazione al grido di "Manicomio! Manicomio!".

Il pubblico di ieri sera al Teatro Quirino ha apprezzato questa nuova messa in scena del dramma scritto da Pirandello e che Michele Placido ha curato con la consueta bravura, ma, forse, la trama alla base della rappresentazione scenica ha continuato a sorprendere anche spettatori che ben conoscono le alchimie narrative di Pirandello.
Non è facile riassumere la trama del dramma: una piccola compagnia di attori di provincia ed un regista che vorrebbe essere d’avanguardia devono mettere in scena uno spettacolo del quale non esiste ancora il testo; quasi come deus ex machina un gruppo di personaggi, forse veri forse immaginari, irrompe in scena e racconta la sua drammatica storia di vita; personaggi ed attori combinano le loro irreali realtà e …lo spettacolo può essere messo in scena. Una commedia, la messa in scena di uno spettacolo senza trama, e un dramma forse vero o forse solo raccontato, si alternano nel racconto di Pirandello. Il pubblico della prima rappresentazione 100 anni fa forse non era abituato a certe narrazioni scenico-psicologiche che richiedono anche oggi una attenzione particolare.
Per questo spettacolo i “Personaggi in cerca d’autore” che si materializzano in scena sono Michele Placido, il padre, Guia Jelo, la madre, Dajana Roncione, la figliastra, Luca Iacono, il figlio, Luana Toscano, Madama Pace, la piccola Clarissa Bauso, la bambina e Flavio Palmeri, il giovinetto.
“Gli attori della Compagnia”, sono Silvio Laviano, il regista, Egle Doria, la prima attrice, Luigi Tabita, il primo attore, Ludovica Calabrese, l’attrice giovane, Federico Fiorenza, l’attore giovane, Marina La Placa, la seconda donna, Giorgia Boscarino, l’assistente del regista e Antonio Ferro, il direttore di scena.
Le musiche di scena sono di Luca D’Alberto, i costumi di Riccardo Cappello e le luci Gaetano La Mela.
MICHELE PLACIDO ha curato tutta la messa in scena e la regia.
Sicuramente il pubblico ha accolto lo spettacolo in modo molto diverso da quella sfortunata prima del 1921 ed ha mostrato il suo gradimento con applausi a scena aperta e tanti lunghi convinti applausi a fine spettacolo.