SALVE

SALVE e BENVENUTI!

"Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè è lì che vorrete tornare" Leonardo


Mandate una mail a attilio.romita@gmail.com se desiderate essere sempre aggiornati sulle novità! @AAROMITA


domenica 22 febbraio 2015

Scuola, docenti, conoscenza, internet un progetto per fare.

In una precedente nota dedicata alla scuola - riflessioni su cultura e didattica -      riflettevo sulla ritrosia dei nostri docenti a cimentarsi con gli strumenti informatici.
Le statistiche ISTAT e FUB- Tavola 1 pg.14 -  dichiarano che solo il 35% degli italiani, definiti utenti forti, usano Internet “una sola volta la settimana”, cioè il 65% degli italiani non conoscono la rete. 

Sicuramente i docenti della nostra scuola sono persone aggiornate e forse potremo abbassare quel 65% e dichiarare tranquillamente che la metà dei nostri docenti non conosce la rete. Se non copriamo questo gap è inutile parlare di innovazione digitale nella scuola italiana.
Questa situazione, ora certificata da ISTAT, mi ha spinto da tempo a pensare ad un progetto di “Alfabetizzazione informatica per i Docenti”.
Considerato che per lunghi anni il mio mestiere è stato di pensare, disegnare, proporre e realizzare progetti ho disegnato una idea e la ho trasformata in un progetto.
Sempre nessun seguito ho provato a proporre il progetto a istituzioni ed enti dedicati, che non cito per carità di patria: progetto bello e ben organizzato, ma chi certifica la possibilità di realizzarlo. Per buona creanza non ho mai risposto che tra i compiti istituzionale di questi miei sempre cortesi ascoltatori, c’è anche quello di prendere in esame progetti e se ritenuti validi collaborare a portarli avanti.
La situazione sembra senza uscita e contemporaneamente tutti, pubblico e privato, dichiarano la necessità di aggiornare la nostra cultura digitale per non restare al centesimo posto nel mondo digitale.
Questo stato dei fatti mi spinge a proporre pubblicamente il progetto dedicato alla “Alfabetizzazione Informatica dei Docenti”, lo potere leggere, copiare, scaricare, criticare in .
Chiunque abbia interesse alla scuola per i nostri figli è libero di usarlo o sfruttarlo e, se lo ritiene opportuno, di coinvolgermi.

Infine ripeto quanto detto al principio di questa nota: la metà dei docenti non conosce internet e sono loro che dovrebbero dare una educazione moderna ai nostri giovani: forse è il caso di pensarci e di agire!